In un circolo a Squinzano, paesino in provincia di Lecce, è successo qualcosa di incredibile durante Sassuolo-Lecce. Circa 15-20 persone stavano assistendo alla sfida tra i neroverdi e i giallorossi ma, secondo quanto riferito dal Corriere Salentino, dopo essersi accorti della presenza di ispettore Sky, originario di Corato, giunto attorno alle 20 all'interno del circolo, avrebbero estratto la scheda pirata e spento il televisore, ma non solo: i presunti colpevoli avrebbero anche aggredito e rapinato il malcapitato ispettore.

I presunti responsabili della rapina sono stati identificati e arrestati dai carabinieri della stazione di Trepuzzi. Ai domiciliari, su disposizione del pubblico ministero di turno Massimiliano Carducci, nella serata di sabato sono finiti un 20enne, un 19enne e un 34enne. Già in passato lo stesso ispettore si era presentato nel circolo sanzionato perché trasmetteva partite senza regolare abbonamento. E il suo volto non è passato inosservato. L'ispettore aveva effettuato delle foto per certificare quanto accadeva e sarebbe stato aggredito dapprima verbalmente e poi fisicamente. All'ispettore sarebbe stato sottratto il telefonino. Subito dopo un ragazzo, tarchiato e con una folta barba, avrebbe cercato di accedere alla galleria per eliminare le foto fino a quando il telefonino non è finito nelle mani di un altro ragazzo che ha chiesto il pin all’ispettore.

Spaventato, quest’ultimo ha fornito i numeri per sbloccare il cellulare e il giovane ha cancellato le foto presenti nella memoria (anche quelle personali). L'ispettore però sarebbe stato preso di mira da tutti i presenti. Trattenuto in un angolo e tenuto sempre per le braccia, sarebbe poi riuscito a scappare e ad avvisare i carabinieri, prima di essere spuntato da altri due ragazzi, rifugiandosi in una vicina attività commerciale.

Sezione: Non solo Sasol / Data: Lun 06 luglio 2020 alle 15:26
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print