Nel chiuso dello spogliatoio, lontano da occhi e orecchie indiscreti, presenti soltanto giocatori e tecnici, Gervinho ha tenuto un discorso di un quarto d'ora: praticamente un record per lui che non è certo abituato a chiacchierare parecchio e non ama prendere la parola davanti a una platea che pende dalle sue labbra. Eppure doveva farlo, e lo ha fatto. Gervinho ha chiesto scusa per il comportamento (non aver partecipato agli allenamenti) e per il successivo clamore suscitato dal suo gesto. Un clamore che ha rischiato di disorientare la squadra e tutto l' ambiente. Ha spiegato tutto, pure alcune stranezze che hanno punteggiato la vicenda, e ha usato evidentemente argomenti convincenti. Poi, assieme ai compagni che hanno accettato le scuse, ha camminato verso il campo e ha cominciato a fare la cosa che gli riesce meglio: correre, dribblare e calciare il pallone in porta.

Nonostante lo stop (Gervinho era fuori rosa dal 2 febbraio), la forma atletica dell'ivoriano sembra buona: gli manca il ritmo della partita, certo, perché l'ultimo spezzone di gara lo ha disputato al Tardini contro il Lecce a metà gennaio. Ma presto, oltre alla serenità, tornerà anche la benzina nei muscoli.
Ora che tutto è sistemato, ora che le sirene arabe dell'Al-Sadd sono lontane (perlomeno fino al termine della stagione) e con esse i soldi qatarioti, ci si chiede quando si potrà rivedere Gervinho in campo. Non esiste un programma preciso, ma di certo lui è abile e arruolato. Non ci sarebbe da sorprendersi se, considerando le numerose defezioni per infortunio, Gervinho fosse schierato già domenica contro il Sassuolo. Magari si potrebbe cominciare con una presenza in panchina e un eventuale inserimento a gara in corso. Quello che è chiaro, ormai, è che il caso è finalmente chiuso e d'ora in poi la società, i compagni e l'allenatore D'Aversa lo considerano di nuovo a tutti gli effetti un giocatore del Parma. Di più: il migliore. A riferirlo è La Gazzetta dello Sport.

Sezione: Non solo Sasol / Data: Ven 14 Febbraio 2020 alle 12:29
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print