La Serie A 2019/2020 potrebbe chiudersi con un asterisco. Sarebbe la fine più triste per il campionato (non accade dai tempi della grande guerra) ma l'emergenza Coronavirus Covid-19 costringe tutti ad andare con i piedi di piombo. Tranne il presidente della Lazio Lotito che intravede la possibilità di vincere lo Scudetto e continua a spingere per la ripartenza del campionato e degli allenamenti. Secondo La Gazzetta dello Sport, c'è la concreta possibilità di non concludere il campionato: se non si riparte entro maggio, la Serie A non verrà conclusa. Il rischio più grande per i club riguarda il fattore economico, alcuni club rischiano il collasso senza gli introiti delle televisioni, dei biglietti, ecc.

L'obiettivo finale è lo stesso per tutte le proposte avanzate dai club e sintetizzate nel documento della Lega: riuscire a contenere il danno economico conseguente all’emergenza del Paese. Assorbire il colpo, che per qualcuno potrebbe essere potenzialmente fatale, attraverso un insieme di disposizioni condivise con governo, Federazione, Uefa. I primi due sono destinatari della proposta sul taglio dello stipendio dei giocatori: il punto che più influisce sulla gestione ordinaria dei club. Lega e Figc hanno iniziato a discuterne nella riunione video di ieri, dove la questione è stata ufficialmente posta sul tavolo. Le parti condividono la necessità di intervenire in questo senso ma anche di aspettare per capire l’orientamento che prenderà la stagione: poco prima di Pasqua ci sarà occasione per riparlarne, alla luce della situazione generale. A quel punto si potrà capire se ci saranno le premesse per la ripresa o meno del campionato. Al tavolo devono partecipare anche giocatori e allenatori ed è il motivo per cui il presidente federale Gravina li ha convocati in una riunione a distanza fissata per domani.

Sezione: News / Data: Mer 25 Marzo 2020 alle 13:25
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print