Novembre è già iniziato da qualche giorno, e nonostante il campionato vada avanti da agosto, non tutti possono ancora dire di conoscersi perfettamente. Il riferimento è anche al Sassuolo, poiché nella trasferta di Lecce ha debuttato colui che è stato l'ultimo acquisto della sessione estiva di calciomercato. Georgios Kyriakopoulos era infatti approdato in neroverde dopo una militanza nell'Asteras Tripolis, club in cui è cresciuto e con in quale ha debuttato tra i grandi a 17 anni. Tra l’esordio e il 2016 però, è passato dall'Ergotelis (società di Canadia, sull’isola di Creta, militante in seconda divisione) e dal Lamia, squadra invece del massimo campionato greco.

Così, all’età di 20 anni, è tornato dove è cresciuto, ritoccando le sue statistiche nel club Natale fino ad un totale di 52 presenze e due reti in prima divisione. La sua carriera è stata caratterizzata anche dalla trafila delle nazionali giovanili: vanta infatti una presenza con l’under 18, 13 presenze ed una rete con l’under 19, e 6 presenze ed un gol con l’under 21. L’Emilia è quindi un panorama completamente nuovo per chi ha giocato praticamente solo nel Peloponneso, tanto che ha confidato a Sassuolo Channel di aver accettato immediatamente la proposta neroverde anche perché desiderava fare
un’esperienza all’estero.

Il livello qui è molto alto ma sono certo che mi adatterò al campionato, imparando anche la lingua”, ha detto sempre ai canali del club. Della difficoltà dell’inserirsi in Serie A ne era ovviamente consapevole anche lui, che ha comunque saputo aspettare il momento in cui è stato chiamato in causa da De Zerbi. Prima di Lecce infatti, in quel ruolo (al netto dell’infortunio di Rogerio) si erano visti Peluso, Toljan e Tripaldelli, ma ora il tecnico neroverde sa di avere un alternativa in più. Al Via del Mare non ha affatto sfigurato, e grazie al fisico ed al fiato che certo non gli manca, potrebbe rivelarsi particolarmente
utile alla causa.

Sezione: News / Data: Mer 6 Novembre 2019 alle 17:29
Autore: Giovanni Fiori
Vedi letture
Print