Manuel Locatelli è uno dei pezzi pregiati del calciomercato SassuoloJuventus-Sassuolo è la partita del centrocampista classe '98 che, come vi abbiamo raccontato con dovizia di particolari in estate, è stato cercato con insistenza dalla Juve ma i bianconeri non hanno presentato la giusta offerta, non hanno accontentato il Sassuolo che chiedeva almeno 40 milioni e l'affare è saltato. Stefano Castelnovo, che di Locatelli è molto più che un semplice agente, ha parlato ai microfoni di Tuttosport dicendo la sua tra passato, presente e futuro. 

Buongiorno Castelnovo. A bruciapelo, si sarebbe sorpreso nel vedere Locatelli in campo con la Juventus già stasera? 
"Sinceramente, no".

Locatelli è stato così vicino ai bianconeri? 
"C’è stato un forte interesse da parte della Juventus, ma poi non si è trovato un accordo tra le due società. Sono cose che capitano. Però...".

Però? 
"Manuel è stato bravissimo a ripartire alla grande con il Sassuolo. Con gli stessi atteggiamenti, il medesimo spirito e la solita determinazione. Non era scontato. Sono contento che sia stato premiato con la chiamata in Nazionale. E poi con la Juventus è ancora tutto aperto: magari la prossima estate saremo più fortunati".

Questo sarà l’ultimo anno di Locatelli in Emilia? 
"Manuel ha un contratto lungo con il Sassuolo, i rapporti con il club sono ottimi e il progetto della società è sempre più ambizioso. Vedremo quel che succederà. Se si presentasse una bella opportunità, potrebbe essere un vantaggio per tutti. Per Manuel e, naturalmente, anche per il Sassuolo a cui siamo e saremo sempre grati". 

Locatelli, oltre che una grande intuizione di mercato, è stato uno degli investimenti più importanti nella storia del Sassuolo. 
"Fin dal primo giorno hanno creduto tantissimo in Manuel, facendolo sentire importante. Era quello di cui aveva bisogno il ragazzo per decollare dopo la chiusura anticipata della storia con il Milan".

Quanto è stato importante per Locatelli trovare sulla propria strada un allenatore come De Zerbi? 
"È stato fondamentale. Oltre a trasmettere le giuste motivazioni, gli ha “regalato” il calcio che più si adatta alle sue caratteristiche. Il gioco del Sassuolo consente a Manuel di toccare molti palloni, che è quello che ama e predilige di più".

Sono in molti a considerare Locatelli il miglior centrocampista italiano della Serie A. Lei, tra l’altro, di talenti s’intende: in passato è stato anche l’agente che ha portato Zaniolo alla Roma. 
"Preferisco siano gli altri a dire che Manuel è il migliore, io sarei di parte. Di sicuro, Locatelli è un centrocampista moderno e potrebbe giocare in qualsiasi top club mondiale".

Non a caso si ispira a Kroos del Real Madrid.
"
Sì, è sempre il tedesco il giocatore che Manuel studia di più. È il suo modello".

L’idolo da bambino, invece, era Pirlo. E stasera, seppur non in campo, finalmente lo incrocerà. 
"Sicuramente sarà un’emozione in più, non capita tutti i giorni di sfidare il poster che si aveva in camera. Detto questo, Manuel è un freddo. Magari ci penserà prima, ma una volta in campo non si farà influenzare. I big match sono le partite che preferisce e di solito si esalta in questi appuntamenti. Speriamo sia così anche stavolta".

Ha iniziato a pensare a un regalo per Locatelli in caso di Europeo con l’Italia? 
"Far parte del gruppo azzurro di Mancini varrebbe più di qualsiasi altra cosa. Piuttosto speriamo che in estate arrivi un regalo dal mercato per noi e per il Sassuolo. Manuel se lo meriterebbe".

Adesso che il Milan è tornato al top, pensa che Locatelli sogni un ritorno a casa da protagonista o un’altra big di Champions? 
"Nel Milan è cresciuto e sarà sempre grato alla società. Conoscendo Manuel, però, credo preferisca provare un’esperienza diversa. Italia o estero non fa differenza. La Champions è il grande sogno. Ma l’importante è che la soluzione soddisfi tutti: Manuel e il Sassuolo".

LEGGI ANCHE: LOCATELLI E IL DATO RECORD IN SERIE A: CHE NUMERI PER MANUEL!

Sezione: Calciomercato Sassuolo / Data: Dom 10 gennaio 2021 alle 11:49
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print