In un articolo firmato da Franco Ordine e riportato da MilanNews.it, si parla di Manuel Locatelli e dei rimpianti del Milan. La sua cessione al Sassuolo continua a far discutere. Ecco il pensiero di Ordine: "Manuel Locatelli è un esponente proveniente dal settore giovanile del Milan, la vera ricchezza lasciata in eredità dall’era berlusconiana grazie al contributo decisivo di Mauro Bianchessi che da Donnarumma fino all’attaccante Colombo riuscì a creare un autentico tesoretto per la prima squadra. Locatelli è stato ceduto dal Milan al Sassuolo per una cifra che oggi parrebbe modesta, 18 milioni se la memoria non m’inganna (14, ndr)".

Ancora Franco Ordine: "Fu ceduto perché giudicato, dallo staff tecnico dell’epoca e dal management dell’area tecnica, arrivato al punto massimo di rendimento. I fatti si sono incaricati di dimostrare esattamente il contrario. Il merito principale va ascritto all’allenatore Roberto De Zerbi che intuì i margini di miglioramento e nel giro di una stagione è riuscito a lavorarlo come sanno fare i maestri di calcio fino a lanciarlo in nazionale. Oggi uno come Locatelli risulterebbe utilissimo al Milan di Pioli che invece va alla ricerca di un centrocampista con quelle caratteristiche per dare il cambio a Kessiè e Bennacer, la coppia rivelazione della stagione post Covid".

Sezione: Non solo Sasol / Data: Gio 20 agosto 2020 alle 18:22
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print