Carlo Nesti, nel corso del suo intervento a Tuttomercatoweb, ha parlato del Sassuolo di mister De Zerbi, secondo in campionato: "Non è ancora il caso di parlare di fenomeni del passato remoto come Cagliari e Verona. O di piazze d’onore inattese come Vicenza e Perugia. Ma è pur vero che il secondo posto del Sassuolo, soprattutto all’inizio di un campionato, non può stupire più di tanto. Sono anni che la squadra emiliana si propone come l’Atalanta-bis della Serie A".

Ancora Nesti: "Il suo Gasperini si chiama De Zerbi, e la vocazione per il gioco propositivo e mnemonico è la stessa. La differenza di questo avvio di stagione è anche costituita dalla consacrazione azzurra, con Berardi, Caputo e Locatelli. Per Berardi, a 26 anni, è arrivato l’appuntamento decisivo con la continuità. Per Caputo, a 33 anni, si completa un percorso lungo e meritato. Per Locatelli, a 22 anni, sboccia un talento che era solo da aspettare. Complimenti a tutti!"

LEGGI ANCHE: Biasin: "Bisogna iniziare a rivedere l'opinione su Berardi" - FOTO

Sezione: Non solo Sasol / Data: Mar 20 ottobre 2020 alle 12:38
Autore: Antonio Parrotto / Twitter: @AntonioParr8
Vedi letture
Print