Il tecnico della SPAL Pasquale Marino, ai microfoni di RaiSport, ha parlato dopo la vittoria degli estensi in Coppa Italia in casa del Sassuolo che ha sancito il passaggio dei ferraresi ai quarti. Ecco le sue parole riportate da TMW: "Posso solo fare i complimenti al Sassuolo per il grande primo tempo. L'espulsione ha cambiato la partita, senza per noi sarebbe stato complicato., Il Sassuolo gioca bene, è difficile limitare il loro palleggio. Sono contento perché la squadra ha fatto il massimo e abbiamo sfruttato la superiorità numerica. Li abbiamo limitati, ma quando arrivano sulla trequarti sono imprevedibili perché giocano molto bene".

Avete limitato il Sassuolo con grande personalità.
"Abbiamo cercato di chiudere tutti i varchi e, sfruttando la superiorità numerica, abbiamo cercato la qualificazione. E' stata un'impresa perchè il valore dell'avversario non lo scopriamo oggi. Complimenti ai miei ragazzi, hanno lottato su ogni pallone ma è evidente che il vantaggio della superiorità numerica e l'aver segnato ha messo la partita come volevamo noi sfruttando gli spazi che il Sassuolo concedeva".

L'esperienza ha giocato un ruolo chiave.
"Non ho dubbi sui miei. Berisha è il portiere più forte in B e anche oggi lo ha dimostrato. Purtroppo abbiamo avuto tanti problemi e nonostante questo siamo lì a giocarci la promozione. Paloschi ha avuto il Covid, D'Alessandro non è stato bene: sono giocatori che hanno fatto la Serie A e devono anxora esprimere il loro massimo. Con il loro recupero possiamo essere ancora più competitivi".

La vostra è l'unica di Serie B rimasta in Coppa Italia. E' un'impresa?
"Siamo soddisfatti, siamo l'unica di Serie B e adesso affronteremo la Juventus. Il cammino si fa sempre più in salita".

Sezione: Non solo Sasol / Data: Gio 14 gennaio 2021 alle 20:24
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print