Via Babacar, Matri e Brignola: Il Sassuolo ha scommesso in attacco su Raspadori. L'attaccante classe 2000, uno dei prodotti del settore giovanile del Sassuolo, che in questa stagione ha lanciato in prima squadra Turati e anche il 2002 Piccinini ma anche Ghion, giocherà dal 1' minuto contro la Lazio. Una grandissima chance per Jack, alla prima da titolare in Serie A dopo poche presenze. Arrivato giovanissimo al Sassuolo dopo gli inizi nel Progresso, società della provincia di Bologna, Raspadori si è messo in luce in tutte le categorie giovanili fino a diventare uno dei punti di riferimento della Primavera nonché uno dei profili maggiormente tenuti in considerazione dallo staff della prima squadra. Nell'ultimo anno di Primavera 15 centri in 27 presenze stagionali, nonostante uno stop per infortunio che lo ha tenuto ai box da fine novembre a fine gennaio. Numeri che gli sono valsi il terzo posto nel Ranking Primavera 1 curato da La Giovane Italia, oltre a permettergli di affacciarsi alle porte della Serie A.

Attaccante versatile, capace di giocare sia da prima punta che sull’esterno, Raspadori ricorda molto da vicino Antonio Di Natale per le sue caratteristiche tecniche e fisiche. Nonostante un’altezza di poco superiore metro e settanta, l’attaccante neroverde, baricentro basso, eccelle nella difesa del pallone grazie a una notevole forza muscolare, che gli consente di colmare il gap di centimetri con i difensori avversari. Destro naturale ma abile anche con il mancino, sa essere devastante con la sua velocità in allungo, rappresentando una minaccia costante anche nello stretto grazie alla sua rapidità. Una mentalità da professionista fatto e finito, che unita alle grandi qualità calcistiche gli ha permesso di affermarsi come uno dei titolari inamovibili della Nazionale Under 19 allenata da Federico Guidi, che ha contribuito a lanciare verso l’Europeo di categoria grazie ai tre gol messi a segno nei due gironi di qualificazione. Il suo ruolo è quello dell’attaccante, la sua fisicità e la sua agilità ricordano molto Antonio Di Natale, ma il giovane attaccante neroverde in un intervista a World football Scouting, ha dichiarato di ispirarsi a Sergio Aguero. Oggi la grande chance.

Sezione: News / Data: Sab 11 luglio 2020 alle 16:16
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print