Domenico Berardi ha trascinato il Sassuolo nella vittoria in casa del Bologna al Dall'Ara. Mimmo ha fatto ammattire il giovane Hickey ed è risultato decisivo nel blitz neroverde in terra bolognese. Prima il gran gol dell'1-1 con il suo mancino fatato, poi l'assist a Caputo, grazie alla svirgolata di Palacio che ha prolungato la traiettoria del suo calcio d'angolo, per il gol di Ciccio del 3-3. Berardi ha catturato l'attenzione di tanti dopo il successo del Sassuolo. In tanti stanno scrivendo: è l'anno della consacrazione. Un talento che emerge settimana dopo settimana e che dopo il lockdown ha firmato otto reti e sei assist. Ma il talento di Berardi è lì da diversi anni.

Come ricorda mister De Zerbi, si fa presto ad affibbiare delle etichette a dei giocatori di Serie B o di una squadra di metà classifica in Serie A. Berardi, a livello nazionale, viene sempre visto come il bad boy, il giocatore discontinuo che ha sprecato il suo talento restando a Sassuolo, ma Berardi sta giocando bene con continuità da oltre 2 anni! Buongiorno dunque alla stampa nazionale che ha sottovalutato clamorosamente il talento di Mimmo! Il 7 ottobre 2020 trova il primo gol in nazionale, nell'amichevole casalinga vinta 6-0 contro la Moldova e per fortuna il c.t. Mancini è bravo a sfatare i luoghi comuni del calcio. Noi però siamo felici di non averlo mai sottovalutato e di non averlo etichettato presto come eterno Peter Pan. Mimmo ha svoltato, ma ormai da diversi anni. Siamo a quota 91 gol in carriera con il Sassuolo in 265 presenze, in pratica un gol ogni 4 partita. Mica male per un non centravanti (lo ricordiamo ai disattenti, Mimmo è un esterno non un numero 9!). E no, questo non è l'anno della consacrazione di Domenico Berardi. Sveglia gente, la consacrazione c'è già stata da un pezzo!

LEGGI ANCHE: CAPUTO E BERARDI SHOW: IL DATO RECORD DOPO LA RIPRESA

Sezione: News / Data: Lun 19 ottobre 2020 alle 13:46
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print