Pietro Cianci, bomber del Potenza, è ancora in orbita Sassuolo. Gioca in prestito in Lucania dal Teramo ma il Sassuolo ha ancora la facoltà di riscattarlo e l'ottima stagione sin qui del centravanti porta a non escludere alcun fattore. Anche quella del riscatto da parte del club neroverde, come riferito dall'agente Tateo a (che ne cura gli interessi insieme a Valeriano Narcisi) ai microfoni di Tuttoc.com: "Sono una persona equilibrata e so bene come funzioni il mondo del calcio, soprattutto nel periodo di calcio mercato. Devo dire ,senza alcuna polemica ma con l’obbligo di fare chiarezza, che non mi sono affatto piaciute le dichiarazioni del direttore sportivo del Bari Romairone. In estate, quando ci fu il primo contatto tra le parti, non ero io l’agente di Cianci. Posso dire, però, la società biancorossa mi ha contattato anche in questi giorni per una chiacchierata informale utile a sondare l’eventuale disponibilità. Ho spiegato con grande chiarezza che c’è una situazione risolvibile, ma particolare: è del Teramo, il Sassuolo ha il diritto di recompra da esercitare entro giugno di quest’anno e bisognava mettersi attorno ad un tavolo per trovare una situazione che soddisfacesse tutte le parti in causa. Mi dispiace che ci siano state affermazioni che non corrispondono alla realtà dei fatti".

Ancora Tateo: "Sottolineo che non stiamo svendendo nessuno, Cianci è un calciatore di valore come dimostrano i 10 gol segnati nella prima parte del girone d’andata.  Chiunque sia interessato deve parlare prima con il Potenza e poi con il Teramo in seconda battuta. Le possibilità sono molteplici, non è escluso  che il Sassuolo decida di riscattarlo già in questa sessione di mercato per poi decidere a quale club dirottarlo in prestito fino a giugno. So che lo seguono sempre con grande attenzione. Non mancano richieste anche da parte di club di B, ma non è affatto detto che vada via da Potenza. E’ una piazza in cui si trova benissimo ed è coccolato e ben visto da tutti. Posso anzi dire che le chance di permanenza a Potenza sono molto elevate. Quanto a Romairone, ho già detto quello che penso ed è chiaro che ognuno porti acqua al proprio mulino. Più che altro mi dispiace per il ragazzo che, tra l’altro, è di Bari vecchia e si è trovato al centro di tante  voci”.

LEGGI ANCHE: Sassuolo-Teramo, asse caldo: fatta per Diakitè. Occhi su Simone Santoro

Sezione: Calciomercato Sassuolo / Data: Ven 08 gennaio 2021 alle 15:46
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print