Il Sassuolo è secondo in classifica e battendo il Torino nell'anticipo della quinta giornata di Serie A potrebbe arrivare al primo posto in Serie A. I neroverdi potrebbero guardare tutti dall'alto per 3 notti consecutive, in anticipo di Milan-Roma di lunedì sera. Ora il problema del Sassuolo è solo uno: guardarsi troppo allo specchio. Voi siete secondi in classifica: teme un po' di rilassamento? Filip Djuricic ha risposto così ai microfoni di Tuttosport: "No, perché al Sassuolo ormai c'è una mentalità consolidata. Sappiamo da dove siamo partiti e abbiamo una identità chiara".

E' chiaro che il rischio è dietro l'angolo. Ecco perché la sfida di domani contro il Toro sarà una vera e propria prova di maturità della formazione di De Zerbi. L'ennesima prova in una stagione appena iniziata. Non bisogna volare troppo in là con le ambizioni ma non bisogna nemmeno tarpare le ali ai sogni. Quello che conta è avere consapevolezza nei propri mezzi senza essere spocchiosi. La spocchia, in tutti i campi, non paga mai. Il Sassuolo deve continuare sulla sua strada perché è questa strada che lo ha portato a sognare il primo posto in classifica, anche solo per poche notti.

Lo stesso Carnevali in settimana è stato molto chiaro: "Ci godiamo il momento, restiamo con i piedi per terra perché sappiamo che è un torneo molto difficile ma dobbiamo essere anche ambiziosi, come lo era il nostro patron Squinzi, che era un grande tifoso del Milan ma ha sempre creduto nelle possibilità del nostro club. Siamo felici di potergli dare queste soddisfazioni, perché ci sta guardando dall'alto". In vista del Torino, ultimo a zero punti ma con una gara da recuperare, è bene tenere a mente più che mai le parole del Dottore: "Mai smettere di pedalare!".

LEGGI ANCHE"Sbaglia ma fai": il retroscena su Bologna-Sassuolo

Sezione: News / Data: Gio 22 ottobre 2020 alle 17:11
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print