Anticipo del venerdì per il Sassuolo di mister Roberto De Zerbi atteso dalla sfida interna contro il Torino che chiuderà il primo poker di partite. La quinta giornata infatti metterà di fronte ai neroverdi il sempre ostico Torino, allenato quest'anno da Marco Giampaolo, un tecnico molto stimato dall'allenatore neroverde. Il Sassuolo è reduce da quattro risultati utili consecutivi, da un pareggio e tre vittorie: nei tre successi arrivati in trasferta contro Spezia e Bologna e in casa contro il Crotone, il Sassuolo ha sempre segnato 4 gol. Ultima la vittoria del Dall'Ara in rimonta per 3-4. Il Sassuolo è secondo in classifica, alle spalle del Milan, e vuole vincere per regalarsi un'altra notte da sogno, un'altra notte da vertigini, un'altra notte da primi in classifica, in attesa poi delle altre gare. Da valutare diverse situazioni nella formazione neroverde. Il Torino non ha ancora vinto in questo campionato: 0 punti in 3 partite disputate (da recuperare la sfida con il Genoa, a Marassi, rinviata dopo i tanti casi Covid dei rossoblù). I neroverdi e i granata si sfideranno al Mapei Stadium di Reggio Emilia in uno degli anticipi della quinta giornata di Serie A, 2020/2021.

Quinto sforzo della stagione per il Sassuolo di De Zerbi. Rosa ampia e diversi i ballottaggi (sarà così per tutta la stagione). Si riparte dal consueto 4-2-3-1 con Consigli tra i pali. In difesa i ballottaggi sono diversi: Ayhan sfida il connazionale Muldur per una maglia da titolare sulla corsia destra (in lizza potrebbe entrare anche Marlon) mentre sulla sinistra Kyriakopoulos sembra essere certo di un posto dal 1' minuto. Rientra Marlon dopo la quarantena imposta dal viaggio a Londra (mancato trasferimento al Fulham) e il brasiliano potrebbe entrare anche in ballottaggio con Vlad Chiriches per affiancare Ferrari, uno dei migliori, a nostro giudizio, in questo avvio, se si esclude il Cagliari. Ancora out RogerioLocatelli sarà ancora una volta titolare in mezzo al campo, al suo fianco è duello Bourabia, in gol col Cagliari, e Obiang, poco lucido in questo avvio. Maxime Lopez ha fatto il suo esordio, in maniera positiva, contro il Bologna ma dovrebbe partire dalla panchina, mentre capitan Magnanelli potrebbe recuperare al massimo per la panchina. In avanti Berardi e Caputo sicuri del posto, così come Djuricic, in vantaggio sulla concorrenza. Da valutare Defrel e Haraslin. Due le strade: Defrel trequartista con Djuricic ancora a sinistra, oppure Djuricic al centro, Defrel in panchina e in campo uno tra Raspadori-Traoré per rimpiazzare Boga, che ha avuto problemi relativi al Covid, ma che da più di una settimana si sta allenando a parte e potrebbe iniziare dalla panchina per giocare qualche minuto nel finale.

Zero punti in tre partite, il Torino deve provare a cambiare marcia da venerdì contro il Sassuolo. Marco Giampaolo deve fare i conti con alcuni problemi relativi al Covid. I titolari sulle fasce sarebbero Vojvoda e Rodriguez, ma il tecnico tiene in caldo anche Izzo e Murru. In mediana è sicuro del posto Meité, poi si valuteranno le condizioni di Rincon, Linetty e Lukic, con il giovane Segre che dunque spera in una chance. In attacco spazio a Verdi trequartista e con l'assenza di Zaza insieme a Belotti ci sarà Bonazzoli.

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Kyriakopoulos; Locatelli, Obiang; Berardi, Djuricic, Haraslin; Caputo. Allenatore: De Zerbi

TORINO (4-3-1-2): Sirigu; Vojvoda, Nkoulou, Lyanco, Rodriguez; Meité, Rincon, Linetty; Lukic; Bonazzoli, Belotti. Allenatore: Giampaolo

LEGGI ANCHE: Schiappacasse talento della natura ma non è ancora pronto: la rivelazione

Sezione: News / Data: Lun 19 ottobre 2020 alle 11:08
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print