Le parole di Francesco Palmieri, responsabile del Settore giovanile del Sassuolo, dopo l’eliminazione dei neroverdi al Viareggio

C’è un pizzico di amarezza: i rigori ci hanno portato a trionfare al Viareggio due anni fa, oggi invece ci portano fuori contro una buona squadra” dice Francesco Palmieri, responsabile del Settore giovanile del Sassuolo, intervistato dal sito ufficiale della società neroverde. Palmieri però ha elogiato i giovani neroverdi protagonisti al Viareggio ed eliminati solo ai rigori dal Braga: “Abbiamo anche avuto la palla per vincere la partita con Pellegrini ma ha calciato addosso al portiere. Abbiamo fatto una gara dai due volti: bene nel primo tempo loro, nel secondo meglio noi. Ai rigori stavolta ci è andata male. Sono contento per quello che ha mostrato la squadra. Turrini è stato bravo, ha fatto ruotare tutti, anche tre 2002, altri ragazzi che hanno avuto poco spazio in campionato e fanno parte della Berretti e l’obiettivo primario era mettere in mostra qualcosa e siamo contenti“.

Palmieri fissa gli obiettivi: “La priorità rimane il campionato ma questo torneo è stato importante. Abbiamo affrontato una squadra importante, anche facendo ruotare tanti calciatori. Ora dobbiamo affrontare le ultime 8 partite di campionato, gare difficili per noi e per tutti. Tante individualità importanti? Mattioli e Pellegrini hanno fatto bene ma anche chi ha giocato meno ha fatto bene, due dell’Under 17 che non avevano mai giocato in Primavera. Un plauso a tutti. Ora bisogna mettere da parte questo torneo per ricaricarci in vista del finale di campionato. Speriamo di mostrare quello che sappiamo fare perché se riusciamo a farlo possiamo toglierci le nostre soddisfazioni. Speriamo di recuperare tanti calciatori come Kolaj, Manzari, abbiamo tutte le possibilità di tirarci fuori da questa situazione, non bellissima per noi“.

Sezione: Settore Giovanile / Data: Ven 22 Marzo 2019 alle 17:41
Autore: SN Redazione
Vedi letture
Print