Francesco Palmieri, responsabile del Settore Giovanile del Sassuolo, ha parlato dopo la salvezza raggiunta dalla Primavera

Francesco Palmieri esulta dopo la salvezza conquistata dalla Primavera e traccia un bilancio di questa annata. Ecco le sue parole ai nostri microfoni dopo la gara con il Genoa: “Il valore di questo campionato è cresciuto in maniera esponenziale. E’ un campionato importante, noi siamo riusciti a fare un finale strepitoso. Due-tre settimane fa ci davano per spacciati ma noi non abbiamo mai mollato. E’ stata una stagione particolare. Noi siamo partiti bene, con tanti che avevano fatto la Primavera lo scorso anno. Poi un periodo lungo e buio. Infortuni a parte, la squadra aveva perso convinzione e dimostrava poco. Io ci ho sempre creduto perché abbiamo ottimi giocatori, alcuni di questi faranno i calciatori a buonissimi livelli. Ero consapevole di quello che si doveva fare per dare una sterzata. Poi è arrivato Turrini e la squadra ha ritrovato il giusto atteggiamento, abbiamo sbagliato solo un paio di partite con lui. Ha dato grande motivazioni, ha fatto crescere i ragazzi che è alla base di tutto, lui ha anche portato risultati. Gli do grandissimi meriti. Ho rivisto la squadra che avevo in mente a inizio anno. Un plauso al suo staff, ai ragazzi e al mister”.

Prosegue Palmieri, responsabile del settore giovanile del Sassuolo: “Raspadori e Ghion in prima squadra? Sono due dei tanti ragazzi che secondo me possono ambire a fare qualcosa nel calcio che conta. Sarebbe bello se domani Roby De Zerbi riuscisse a fare un gran regalo al settore giovanile facendo debuttare Ghion e Raspadori, sarebbe una grande soddisfazione per tutto il movimento giovanile neroverde. Nelle difficoltà ci siamo uniti, abbiamo capito cosa bisognava fare e abbiamo dimostrato di avere grandissimi valori e oggi lo hanno dimostrato in questo stadio, con una bella cornice di pubblico, c’era anche il nostro amministratore delegato allo stadio e sono contento. Non bisogna dimenticare che in questo campionato partecipano 16 delle 20 squadre di A, ci sono le migliori Primavera italiane. Abbiamo mantenuto la categoria per il secondo anno consecutivo e vogliamo crescere ancora”.

Sezione: Settore Giovanile / Data: Sab 25 Maggio 2019 alle 19:57
Autore: SN Redazione
Vedi letture
Print