Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo, ha commentato così la vittoria dei neroverdi per 1-0 contro lo Spezia nel terzo turno di Coppa Italia: "Le sensazioni sono buone - le parole dell'allenatore del Sassuolo riportate dalla Gazzetta di Modena - avevamo quattro giocatori nuovi nelle posizioni chiave del campo e dobbiamo crescere sotto il punto di vista della cattiveria per trasformare le potenziali occasioni in occasioni reali, tergiversiamo troppo, facciamo il ricamo invece di concretizzare. La manovra è stato un po' lenta perché lo Spezia si difendeva bene e i nostri giocatori arrivati nel corso di questo mercato devono ancora rodare i meccanismi, avevamo Gravillon e Toljan in difesa, Traorè e Obiang a centrocampo, a questo si aggiunge che l'avversario si chiudeva molto bene".

Prosegue De Zerbi nella sua analisi: "Faremo sicuramente partite migliori, ma questo è quello che possiamo fare adesso con il coefficiente di difficoltà della partita con lo Spezia. Nel primo tempo potevamo fare più di un gol, mi ricordo occasioni di Boga, Berardi e Caputo e lì bisognava segnare. Con Magnanelli, Duncan e Marlon avremmo sicuramente avuto meno difficoltà, ma non abbiamo la bacchetta magica, ci sono gli infortuni e il mercato, più tardi arrivano i giocatori e più bisogna aspettarli. Dopo questo match abbiamo capito a che punto siamo, dobbiamo lavorare, ma non è detto che la gara col Torino sia più difficile. Abbiamo cinque giorni, speriamo di recuperare qualche infortunato e che non si faccia male nessun altro, perché la lista si sta allungando. Ci sono giocatori che per struttura faticano di più, ma hanno fatto la partita che mi aspettavo. Mercato? Arriveranno sicuramente un terzino destro e un centrale titolare. In attacco poi dobbiamo assolutamente fare qualcosa per essere competitivi almeno come l'anno scorso".

Sezione: News / Data: Lun 19 Agosto 2019 alle 11:07
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print