All'immediato futuro del Sassuolo penserà la signora Adriana Spazzoli, la moglie di Giorgio Squinzi che fino alla fine ha assistito prendendo in consegna gli ultimi pensieri e desideri. Lo farà con il presidente Carlo Rossi, l'ad Giovanni Carnevali e la famiglia neroverde che non vuole sentirsi orfana per portare avanti il progetto e il sogno del patron. C'è lei, ci sono i figli Marco e Veronica, entrambi in prima linea nel gruppo Mapei, presi soprattutto dagli impegni d'azienda per lasciare più che altro ai figli in tenerà età l'interesse da vicino per il calcio. Sono proprio i nipoti i più attenti alle imprese della squadra che da 7 stagioni gioca in Serie A dopo la straordinaria scalata fortemente voluta da chi ha la sciato un grandissimo vuoto. La strada è tracciata, chi conosceva bene Squinzi sa che non se n' è andato senza lasciare le consegne e qualche prezioso consiglio.

Nell' impero di famiglia, scrive Corriere dello Sport, c'è anche il calcio con la dimensione che ha raggiunto il Sassuolo, tra lo stadio di proprietà a Reggio Emilia e il Mapei Football Center consi derati i primi gioielli. C' è un progetto strategico-gestionale delineato che Carnevali guiderà d'intesa con la famiglia e che prevede alcuni passaggi per aprire la successione. La riservatezza è totale, la stessa che ha accompagnato i giorni del lutto. In queste ore continua il ricordo di Squinzi con l'omaggio attraverso i filmati e le sue frasi celebri. Il sito del club ha annunciato una puntata speciale di Nero&Verde dedicata al patron con le testimonianze di Magnanelli, Di Francesco, Bonato, Acerbi, Matri, Missiroli e Pomini, chiudendo con le parole di ringraziamento a Squinzi del presidente Carlo Rossi a giugno in occasione dell' inaugurazione del Mapei Football Center

Sezione: News / Data: Mer 9 Ottobre 2019 alle 13:36
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print