La Spal ha avviato la trattativa col Sassuolo giovedì sera, e il primo abboccamento per Federico Di Francesco non è stato subito felice. L'amministratore delegato dei neroverdi Giovanni Carnevali ha lasciato intendere che ancora c'è distanza tra richiesta e offerta, ma Vagnati ha tracciato il solco, suscettibile di essere approfondito e perfezionato la settimana prossima. Il club neroverde ha investito 10 milioni di euro nella passata stagione, cedendo in cambio Falcinelli al Bologna.

Il Sassuolo dunque non intende fare sconti e non intende regalare il calciatore. Rimane da sciogliere il nodo finanziario. Secondo Il Resto del Carlino, la Spal accetterebbe il prestito con obbligo di riscatto in caso di salvezza. Il Sassuolo preferirebbe la cessione definitiva, ma la valutazione di partenza non è la medesima. Di certo è difficile chiedere ora 10 milioni per Di Francesco, ma trattandosi di un '94, è improbabile che il club di Squinzi ne accetti meno di 5. Non andasse in porto, col Sassuolo la Spal potrebbe virare su Babacar, vecchio pallino degli estensi.

Sezione: Calciomercato / Data: Sab 20 Luglio 2019 alle 17:59
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print