Il mercato del Sassuolo è fortemente intrecciato con la sponda nerazzurra di Milano, in particolare per quanto riguarda il centrocampo. In ballo c’è infatti il riscatto di Stefano Sensi e la società sta attendendo notizie dall'Inter: il prezzo fissato in estate è di 20 milioni di euro, e fino a qualche mese fa la permanenza dell’ex Cesena alla corte di Antonio Conte sembrava scontata. Oggi, seppur resti probabile, non c’è più la certezza assoluta, perché dopo un inizio stagione da favola è subentrata una lunga serie di infortuni, che ha portato il classe ’95 a saltare numerose partite, terminando ai margini delle rotazioni (anche nei tre anni passati in neroverde non ha mai giocato più di 25 gare a stagione).

Il Sassuolo da però molta importanza ai 20 milioni che incasserebbe dal riscatto, necessari per chiudere in positivo il bilancio, e allora in accordo con i milanesi sarebbe già pronta un’alternativa. Sul taccuino di Marotta e Ausilio è infatti già presente da tempo il nome di Manuel Locatelli, la cui valutazione si aggira proprio intorno ai 20 milioni. Su di lui c’è anche la Juventus, perché il ritorno ad alti livelli dopo l’exploit al Milan non è passato inosservato. Secondo fcinternews.it, le sue doti da equilibratore piacciono parecchio all’Inter, che a giugno probabilmente saluterà Borja Valero, con Locatelli che diventerebbe il profilo ideale per sostituirlo.

Nelle ultime partite i nerazzurri avevano anche inviato degli osservatori a visionare le prestazioni del classe ’98, restando soddisfatti. Come detto quindi, il numero 73 potrebbe essere l’alternativa a Sensi in caso da Milano non dovessero decidere di confermarlo. Locatelli però piace comunque, e allora, al netto di una permanenza in nerazzurro di Sensi non più certa ma comunque probabile, non è da escludere che i due, dopo essere stati compagni al Sassuolo, possano ritrovarsi sotto la guida di Antonio Conte.

Sezione: Calciomercato / Data: Lun 30 marzo 2020 alle 19:33
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print