Il Foggia non parteciperà al prossimi campionato di Serie C, il sindaco Franco Landella è al lavoro per far ripartire il calcio foggiano dalla Serie D e in questi giorni avrebbe sondato il terreno con alcuni club di A, tra cui Atalanta, Sassuolo ed Udinese, per verificare se c'è la possibilità di creare una sinergia come quelle avviate dalla Lazio con la Salernitana e dal Napoli con il Bari. Stando a quanto riferito dalla Gazzetta del Mezzogiorno, il sindaco Landella vorrebbe contattare anche alcuni ex rossoneri come Pirazzini, Pavone, De Zerbi, Ricchetti per raccogliere suggerimenti in merito a valutazioni e scelte.

Intanto i giovani del vivaio foggiano andranno via. Elio Di Toro, responsabile del vivaio del Foggia Calcio ne ha parlato così: "Entro una decina di giorni saranno liberi da vincoli e potranno essere tesserati da altri club tutti i ragazzi del nostro vivaio, compreso calciatori che potrebbero fare al caso del nuovo Foggia, come Sarri, Betti, Cascione, De Cristofaro, Arena, Di Masi, Cavallini. In D bisogna infatti schierare in ogni partita almeno 4 under, di cui un classe '99, due 2000 e un 2001. È un peccato che vada via in fumo, così, un lavoro di 2 anni. Qualcosa si può ancora salvare, mi auguro che l' amministrazione comunale lo comprenda e che lo capisca soprattutto chi è intenzionato a rilevare il titolo sportivo, parlando con questi ragazzi e le loro famiglie, perché ho la sensazione che finora si sia già perso troppo tempo. Sento discutere poco di progetti e di calcio giocato, mi sembra tutto molto aleatorio". Diversi baby rossoneri under 16 ed under 17 sarebbero già finiti nel mirino di altri club di A e B: Sassuolo, Lecce, Cosenza, Benevento.

Sezione: Calciomercato / Data: Mer 10 Luglio 2019 alle 18:20
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print