Jeremie Boga del Sassuolo piace a tutti, grandi club italiani e non. Il club neroverde si coccola il talento ivoriano ma sa che non potrà farlo ancora per molto. Secondo IlRomanista, dopo il Milan e il Napoli, anche la Roma sarebbe pronta a bussare alle porte neroverdi. Le cifre dell'operazioni potrebbero essere queste: 25 milioni, poco trattabili, pagabili in due, massimo tre rate annuali. Cinque anni di contratto a due milioni e mezzo netti a stagione. I giallorossi avrebbero avviato i contatti con il Sassuolo per chiedere il costo del cartellino e ha poi chiesto al fratello-agente Daniel, le pretese economiche del classe '97.

Di fronte a questa cifra, ovviamente la Roma ha preso tempo, pur nella consapevolezza che un esterno offensivo di fascia sinistra serve come il pane. Il Chelsea che si è riservato un diritto di riacquisto quantificato in quindici milioni di euro ma i Blues potrebbero tirare i remi in barca, a meno che non ci sia qualche club disposto a mettersi d'accordo con il Chelsea (garantendo una spesa di 20 milioni, per una immediata plusvalenza). I rapporti tra Sassuolo e Roma sono ottimi e i giallorossi potrebbero mettere sul piatto il riscatto di Defrel a 9 milioni (più altri 3 di bonus) e il cartellino di Alessio Riccardi, talento classe 2001 che piace da tempo al Sassuolo, come vi abbiamo riportato in esclusiva, per abbassare l'esborso economico (la Roma potrebbe inserire la recompra nell'accordo). La società giallorossa in questa vicenda potrebbe avere un piccolo vantaggio rispetto a una concorrenza, folta e qualificata, che c'è su Boga. Vantaggio che si legge Claudio Vigorelli, il procuratore che segue il francese, anche se in prima battuta è il fratello Daniel a curare gli interessi di Jeremie, che è anche il procuratore di Zaniolo.

Sezione: Calciomercato / Data: Sab 23 maggio 2020 alle 13:22
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print