L'interruzione della trattativa tra Sassuolo e Lecce per Khouma El Babacar non ha lasciato indifferente la Spal, che ha immediatamente sondato il terreno per il centravanti senegalese. L'arrivo di una punta di questo spessore è chiaramente legata a doppio filo alla cessione di Alberto Paloschi, ma stando alle prime indiscrezioni i margini per trovare un accordo non mancano. Babacar conosce perfettamente mister Semplici, con cui ha lavorato ai tempi della Primavera della Fiorentina, ed è consapevole di avere la sua stima. Rispetto a Lecce quindi Ferrara sarebbe una destinazione più che mai gradita all'attaccante classe 1993, per il quale si potrebbe percorrere la classica strada del prestito oneroso con obbligo di riscatto.

La Spal quindi potrebbe versare nella casse del Sassuolo un paio di milioni di euro subito e altri cinque tra un anno, assicurandosi il cartellino di un giocatore che possiede enormi potenzialità mai completamente espresse. Il club di Squinzi considera Babacar ormai fuori dal progetto neroverde, quindi potrebbe accettare la proposta della Spal senza fare troppa resistenza. Ma come al solito però per procedere con gli acquisti bisogna liberarsi dei giocatori in esubero. A riportarlo è Il Resto del Carlino - edizione Ferrara.

Sezione: Calciomercato / Data: Mar 13 Agosto 2019 alle 16:21
Autore: Redazione SN / Twitter: @sassuolonews
Vedi letture
Print